venerdì 27 marzo 2015

Mini tarte ai sapori di Sicilia

Sfida sfidissima sfiderrima....che dire: innanzitutto sono contentissima che Flavia abbia finalmente e giustamente vinto la sfida del mese scorso. E' inutile sottolineare la sua bravura davanti ai fornelli, credo che ogni membro di MTC sappia già che è così. Parlare di lei e di me, questo vorrei. Già altre volte ho esaltato le sue doti di trascinatrice e di erogatrice di allegria; già altre volte ho sottolineato la sua indiscutibile capacità di triturare i maroni (e ne va fiera!!!)  :D.... ma è il mix di tutte queste cose che fanno di lei una persona speciale. Ci siamo conosciute "qualche" anno fa e se devo dire la verità non è che ci siamo subito prese...io timida e sempre ritrosa ero un po' disorientata e intimorita dal suo fare vulcanico.
Galeotto fu un breve soggiorno a Bologna sua ospite....3 giorni 5 kg! La buona tavola ci fece conoscere meglio e da li la scoperta di tante e tante cose in comune! Iniziarono lunghe ore passate al telefono in cui parlavamo dei nostri progetti lavorativi, ridendo a crepapelle e fantasticando di aprire insieme un negozio...Mi è stata vicina in momenti neri in cui altri si "assentarono", abbiamo condiviso tanta tanta vita. Ancora oggi, fra un vaffa e un ti voglio bene siamo insieme. Come  altre persone di MTC anche io devo dirle grazie per avermi "iniziata" al mondo culinario: mi muovo ancora maldestramente e ancora ho taaaanto da imparare ma mi appassiona e mi stimola ogni giorno.
Chi conosce Flavia sa il suo profondo amore per la mia terra e la sua cucina e soprattutto per la Norma, sia essa pasta o pizza, per la parmigiana e tutto ciò che sposa melanzane, pomodori e ricotta salata.
Per questo appena è uscita la sfida ho subito pensato di fare una tarte che avesse in se questi sapori e questi colori.
Flavia le mie mini tarte sono tutte per te


Con questa ricetta partecipo alla sfida n 46 di MTC







PASTA BRISÉE di Michel Roux

250 g di farina
150 g di burro, tagliato a pezzettini e leggermente ammorbidito
1 cucchiaino di sale
Un pizzico di zucchero
1 uovo
1 cucchiaio di latte freddo

 
Versate la farina a fontana sul piano di lavoro. Mettete al centro il burro, il sale, lo zucchero e l’uovo, poi mescolateli e lavorateli con la punta delle dita.
Incorporate piano piano la farina, lavorando delicatamente l’impasto finché assume una consistenza grumosa.
Aggiungete il latte e incorporatelo delicatamente con la punta delle dita finché l’impasto comincia  a stare insieme.
Spingete lontano da voi l’impasto con il palmo della mano, lavorando di polso, per 4 o 5 volte, finché è liscio. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo fino all’uso.
 
 
 
 
        
Infarinate leggermente il piano di lavoro (meglio se di marmo) e il mattarello. Stendete la pasta con colpi leggeri e pressione regolare, ruotandola di 90° e girandola di tanto in tanto, per evitare che attacchi e facilitare l’aerazione. Continuate così fino a ottenere le dimensioni e la forma desiderate. Io ho effettuato una cottura in bianco con stampini e dunque col tagliabiscotti ho ricavato dei dischi di circa 5 cm più grandi per rivestirli. Prima di cuocere in bianco o di versare il ripieno, bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta per far fuoriuscire l’aria. coprire la superficie con carta forno e dei fagioli o altro peso. Cuocere a 180°-190° secondo la ricetta. Sfornare, togliere la carta forno e ultimare la cottura per qualche altro minuto.
 
 

Farcitura

2 melanzana grande
20 pomodorini Piccadilly o Pachino
150 gr ricotta salata
pangrattato
1 uovo
1 cucchiaio di parmigiano reggiano
sale
pepe
origano
1 cucchiaio di zucchero
olio e.v.o
 
Togliere la calotta alle melanzane, lavarle intere e con il rigalimoni tagliare a fili la buccia.
Mettere le melanzane in una pentola con acqua salata, lessarle e metterle a scolare.
Nel frattempo preparare i pomodorini confit: lavate e tagliate in due i pomodorini. Adagiateli su una piastra ricoperta da carta forno, salare, pepare, cospargere con lo zucchero, origano e con olio. Infornare a140° per circa 50 minuti.
Mettere le melanzane in una ciotola, salare, pepare, aggiungere l'uovo, il parmigiano e il pangrattato. Lavorare il composto finchè sia ben amalgamato e legato. Creare dei piccoli dischi col composto di melanzane e passarli brevemente in una padella appena unta.
Mettere dentro ogni stampino di brisee un dischetto
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Friggere velocemente i fili di melanzane.
A questo punto cospargere con i fili e con la ricotta salata e adagiare il pomodorino sopra
 
 
 

 

6 commenti:

  1. SI...trito i maroni lo so e ne sono fiera anche questo so... ma intanto se così non fosse stato...dimmi tu eri qua a divertirti con MTC??? Poi parliamo chiaro... se veramente ste mini tarte fossero state davvero tutte per me...'mpare non ti siddiari...ma o mi inivtavo a to' casa ...o ti annacavi a puttaremille..... io le vedo in foto, ma non ne sento il profumo, che immagino delizioso e nemmeno ne assaporo il gusto, che sono certa sarà confortevole .... SI PUO' SAPERE PERCHE' MINKISINA DITE CHE SONO TUTTE PER ME, MA VOI CHE STATE A POCHE CENTINAIA DI METRI DA ME NON ME LE FATE ASSAGGIARE????... affronto mortale fu.... me la pagherete moooooooooooooooolto cara.... punizione grave subirete! OOOOOOOH ..... avvisata sei!!! .... Parlando seriamente ...quando pensi di aver bisogno di me.. sai dove sono... ;)...sempre, baci Flavia

    RispondiElimina
  2. Ma...ma...ma mia cara...potrei mai usarti come cavia?! Si rifanno si rifanno le mini tarte!

    RispondiElimina
  3. Marinaaaa Ehhh ma che foto chic! E saranno davvero buone... Più sicule di così!

    RispondiElimina
  4. Da nipote di siculi non posso che adorare questa idea di parte!
    Bravissima, già alle 10 mi hai fatto venire famissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona colorata e profumata! Grazieee

      Elimina