giovedì 4 agosto 2016

Panzanella nichelfree

Estate tempo di chiacchiere in libertà. E proprio da una divertente discussione sul diario di Jean-Michel è venuta l'idea di fare una versione nichelfree di questo piatto che è un classico della cucina toscana. Chi ne parlava come di una mappazza e chi invece la difendeva fieramente. Incitata da Fabio e pressoché sfidata da Eleonora eccomi pronta a raccogliere il guanto! E' chiaro che trattandosi di una variante nichelfree (per saperne di più qui) ho dovuto eliminare alcuni ingredienti basilari come il pomodoro e la cipolla: il risultato è stato decisamente positivo e ne ho la certezza dalla velocità con cui le mie cavie hanno spazzolato via tutto!!





Ingredienti per 4 persone

100 g di pane di casa raffermo ma non duro
250 g di zucca
100 g di filetto di tonno
1 spicchio d'aglio
4 ctav di olio e.v.o.
prezzemolo
sale pepe

Rompete con le dita il pane togliendo la crosta che risulterebbe troppo dura; fate soffriggere con mezzo spicchio d'aglio e 2 cucchiai d'olio fino a che il pane risulti dorato e croccante, salata e pepate. 
In una padella fate rosolare la zucca con l'altra metà dell'aglio e 2 cucchiai d'olio; a metà cottura salata, pepate e aggiunger
te il filetto di tonno sfilacciandolo con le dita. Fate intiepidire e quindi unite questo composto al pane, aggiungete una manciata di prezzemolo e rimescolate per bene.

Sarà vera panzanella? Per me si...o sto dicendo una panzana?! :D



3 commenti:

  1. beh, rispetto all'orrida sbbobbona toscana, questa sembra davvero squisita!il pane soffritto e croccante, la zucca, il tonno....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì l'intento era proprio di evitare l'effetto "mappazzone"! 😊

      Elimina
    2. Sì l'intento era proprio di evitare l'effetto "mappazzone"! 😊

      Elimina