giovedì 25 settembre 2014

Pennette con uova di pesce spada e finocchietto riccio

Sin da piccola non c'è passata estate senza una fuga in un paradiso incontaminato nella punta estrema della mia Sicilia: Portopalo.



I ricordi si affollano, fra uscite in barca avvolti nel buio della notte con unica luce quella della lampara alla ricerca di pesci da prendere e un mare che ancora oggi ha un colore unico, fra le correnti opposte di Mediterraneo e Ionio che si incontrano e ti portano di qua e di là...e conchiglie che raccolgo come cimeli e che riempiono la mia casa.
Anche quest'anno l'appuntamento è stato rispettato e la compagnia è stata perfetta.
E come sempre si ripete l'immancabile "rituale" della "passiata" a Marzamemi, il paese limitrofo, che si conclude con la visita ad un posto magico dove si resta incantati da odori e colori.
Pomodorini Pachino essiccati, tonno sott'olio, bottarga e pesce spada, vini ed oli, marmellate e conserve....insomma tutti i sapori di Sicilia che fanno bella mostra di se dagli scaffali in legno, fra reti da pesca e vecchie nasse...
E' qui che ho acquistato per la prima volta le uova di pesce spada che, lo confesso, non avevo mai assaggiato.
Così nasce questo semplice piatto che sa del mio mare..



Ingredienti per 4 persone


320 g di pennette
70 gr di uova di pesce spada sott'olio
2 cucchiaini di pesto di finocchietto
7 pomodorini Pachino
1 spicchio d'aglio
pepe nero
qualche fogliolina di timo fresco

Sbollentare i pomodorini e privarli della buccia.
Soffriggere fino a doratura lo spicchio d'aglio quindi aggiungere  i pomodorini, le uova di pesce spada e il pesto di finocchietto: lasciare stringere leggermente e quindi aggiungere il pepe e il timo.
Cuocere le pennette in acqua salata per non più di 5 minuti quindi scolarle appena e metterle nel tegame con la salsa di uova: cuocere a fuoco lento continuando a mantecare aggiungendo l'acqua di cottura della pasta. Procedere così fino a cottura delle pennette. Questo procedimento permetterà alla pasta di incorporare per bene il sapore assai delicato delle uova e del finocchietto.
Servire ben caldo!


2 commenti:

  1. Un piatto, sicuramente da un sapore unico, come la bellissima foto. Io non ho mai assaggiato le uova di pesce spada e questa pasta mi attira molto e sembra che dica "Helga, Helga vieni a mangiarmi!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco allora organizzati e vieni qui che ti faccio assaggiare tutto ciò che vuoi!

      Elimina