lunedì 13 aprile 2015

involtini di pollo e capperi

 Vengo subito al dunque: da quando "bazzico" per blog di cucina la mia attenzione è sempre stata attratta da uno in particolare, non fosse altro che per il nome....ha messo a dura prova la mia genetica incapacità di pronunciare le parole straniere e Beuf a la mode ha fatto a botte con la mia lingua che vagava confusa fra dentali e labiali! Ma, mi son detta, cucina talmente bene ed è talmente piacevole come persona che vincerò io e saprò pronunciarlo da strafiga! Così quando ho visto che Cristiana ha vinto il Reciptionist di Aprile io ne sono stata davvero davvero felice! E anche se sono giorni d'affanno e di seccature che mi stanno ingurgitando non volevo e non potevo mancare (anche perché rischio di essere gambizzata dalla Baker :D ).
La ricetta che ho scelto, con cui partecipo al Reciptionist di Aprile,  è semplice ma ha i profumi e i sapori che amo, i sapori della mia terra.


Ingredienti


3 fettine di pollo

50g di burro morbido
1 cucchiaio abbondante di capperi 
sale
1 uovo
pangrattato
oidio per friggere




Tritate al coltello i capperi e, con l'aiuto di una forchetta, amalgamateli al burro. Formare un piccolo panetto e mettere in freezer per un paio d'ore.
Battete le fettine di pollo con un batticarne, dopo averle protette con della carta forno.
Prendere il panetto di burro, ritagliarne un rettangolino e metterlo al centro della fettina. Chiudere con degli stuzzicadenti.
Sbattere l'uovo. Bagnare con l'uovo l'involtino, ripassarlo nel pangrattato a cui avrete aggiunto un po' di sale; fare una seconda impanatura e lasciar riposare in frigorifero per un paio d'ore.
Scaldare abbondante olio e friggere ad una temperatura di 170° per 5/6 minuti circa.

5 commenti:

  1. La ricetta sarà anche semplice, ma la trovo molto buona e invitante...e poi vuoi mettere?? Hai risolto un pranzo ottimo ed evitato di essere gambizzata da me! Grazie perchè so che sei incasinatissima in questi giorni a cominciare dagli imbianchini .... ma come dico io...bisogna pur preparare da amngaire, no??? Buona giornata Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semplice ma saporita e invitante!

      Elimina
  2. Sono passata appena hai pubblicato, ma come una bestia non avevo lasciato il commento. Per prima cosa: pfiuuuu...sono felice che la tua vita sia salva! Anche se immaginare la Baker come assassina mi risulta un po' difficile. Sul nome: tu pronuncialo come ti viene, tanto in ben pochi sanno quale sia la pronuncia esatta...tanto più che è scritto male! Grazie mille per aver partecipato e per essere passata da me...buonanotte cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Cristiana!!

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina