sabato 25 aprile 2015

Torta di fragole con crema d'arance

Questa di certo posso considerarla più una sfida con me stessa che con altri. 
Dover cucinare in una cucina non mia, con caccavelle non mie, con un forno di circa 45 anni!!!
Ma  potevo mai tirarmi indietro?!! Mai sia!! Al più avrei cestinato il risultato delle mie fatiche.
E così armarmi di un vecchio Moulinex e un pentolone d'acciaio in cui montare uova e zucchero e restare accanto al forno come al capezzale di un moribondo alla fine ha prodotto bene...
e devo dire che il buon vecchio forno a gas mi ha regalato un signor Pan di Spagna  che con il forno elettrico non sono mai riuscita ad ottenere. 
Un grazie di cuore va a Caris per la scelta della ricetta del mese e per il suo post davvero da antologia. 
Con questa sfida partecipo alla sfida di MTC n. 47 di aprile.



Ingredienti per pan di Spagna a freddo




600 g di uova
100 g di fecola
300 g farina 00
3 g di sale   
1/2 limone grattugiato

Montare con le fruste le uova con lo zucchero il limone ed il sale per circa 20 minuti.
Setacciare fecola e farina ed incorporare dolcemente con movimenti dal basso verso l'alto.
Mettere in stampi imburrati e infarinati e cuocere a 170°-180° per circa 20-25 minuti per teglie alte 4-4,5 cm.

Crema all'arancia

500 g di latte intero
2 uova medie 

50 g di farina 00
scorza di una arancia
100 g di zucchero
2 fogli di colla di pesce

Grattugiare la buccia dell'arancia ed unirla allo zucchero. Mettere quindi tutti gli ingredienti in una casseruola e cuocere a fiamma moderata. 
Far ammollare in acqua fredda i due fogli di colla e quindi incorporare nella crema ancora calda.




Sciroppo di fragole


650 g di fragole
2-3 arance
200 g di zucchero

Spremere le arance, frullare insieme alle fragole e allo zucchero



Tagliare in tre dischi il Pan di Spagna; irrorare ogni strato con lo sciroppo di fragole e arance e coprire con uno strato di crema. 
Guarnire l'ultimo disco con la crema e con fragole




11 commenti:

  1. l'esperienza di un forno di 45 anni non va mai sottovalutata guarda cosa ti ha sfornato....e che precisione negli strati..brava brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! È stata una sorpresa anche per me!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Sì Mariella ti assicuro che lo era!

      Elimina
  3. Ullallààààà che meraviglia..meno male che ti avevo detto di tentare ..perchè ero certa che il forno di tua mamma ti avrebbe sorpresa e dopo questa non ti ferma più nessuno!!! Ancora buon anniversario ai tuoi genitori, baci

    RispondiElimina
  4. In genere il binomio limone e fragole è quello più gettonato! tu invece hai scelto un abbinamento più inusuale ma molto intrigante, che rende questa torta originale, oltre che fresca e golosa! SOno molto felice che tu sia riuscita a fare tutto questo, anche in una cucina non tua! per me sarebbe stato un elemento di difficoltà notevole!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il binomio è favoloso, meno aspro e profumatissimo!

      Elimina
  5. E quando il gioco si fa duro,arriva la classe della Marina.
    Chapeau,mia cara: manualiità da vendere,abbinamenti fuori dagli schemi ma non per questo non convincenti, eleganza e classe da vera signora del forno. Pure nelle vesti di badante, vista l'età del tuo assistito :-)
    Spettacolare, come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La gara più entusiasmante proprio perché mi ha vista alle prese con le "anticaglie" ed è stato bello scoprire che il vecchio forno a gas cuoce da urlo!

      Elimina
    2. La gara più entusiasmante proprio perché mi ha vista alle prese con le "anticaglie" ed è stato bello scoprire che il vecchio forno a gas cuoce da urlo!

      Elimina